Pronti per il futuro? I nuovi Mac con Apple Silicon 10/11/2020

Questa sera, in italia alle 19:00, verranno presentati i nuovi Mac con processori Apple basati su architettura ARM. Seguiremo l’evento e commenteremo questo articolo per darvi le informazioni più importanti. Ci si aspetta alta efficienza, prestazioni ma sopratutto sembra che le GPU integrate saranno incredibilmente potenti. Sarò molto utile capire quanta sarà la differenza con una eGPU esterna a questo punto. E’ possibile seguire l’evento in tanti modi, tra cui l’app Apple Events su Apple TV, oppure da web o su YouTube:
Segui su Apple.com
Segui su YouTube

Evento “One more thing.”

  • John Ternus presenta il primo processore per Mac, ovvero M1.
  • Johnny Srouji spiega come M1 comprende controller e chip prima erano separati. 8-core, 4 ad alta efficienza e 4 ad alte prestazioni. Il miglior rapporto prestazioni/consumi del mondo.
  • GPU 8-core  con consumi bassissimi, la più veloce integrata del mondo.
  • Supporto Thunderbolt 3 / USB4
  • Craig Federighi mostra le ottimizzazioni che fanno volare Big Sur su Apple Silicon.
  • Molte applicazioni ancora compilate per Intel saranno più veloci su nuovi Mac con […]
Di |2020-11-10T20:43:55+01:0010/11/2020|Hardware, macOS, Novità|0 Commenti

Evento Apple “One more thing.” il 10 Novembre: Nuovi Mac con processori Apple Silicon

Nuovo keynote Apple, il 10 Novembre finalmente vedremo di cosa sono capaci i Mac con le nuove CPU progettate da Apple, basate su architettura ARM. Apple ha già confermato che i nuovi Mac avranno Thunderbolt, ma nella documentazione per sviluppatori si evince anche che le nuove schede video integrate offriranno performance di molto superiori a quelle Intel di oggi, questo potrebbe diminuire il divario di prestazioni con le schede video dedicate.

Aggiorneremo questo post con le novità che riguardano le GPU, eGPU e Thunderbolt.

Keynote – One more thing.

Di |2020-11-02T23:22:14+01:0002/11/2020|Hardware, macOS|1 Commento

Apple annuncia la transizione ai suoi processori ARM serie A

Apple annuncia la transizione dei Mac ai suoi processori proprietari con tecnologia ARM, promettendo prestazioni, consumi mai visti primi su computer. Forte dall’esperienza del passaggio da processori PowerPC a Intel, il nuovo macOS 10.16 Big Sur includerà app native, Rosetta 2 per far girare in modo efficiente le app Intel e anche la tecnologia di virtualizzazione per permettere di Linux e Windows di funzionare. Sicuramente emulazione e virtualizzazione con processori diversi non possono competere con prestazioni native ma la dimostrazione è stata incredibile e la promessa di salto generazione potrebbe compensare anche le app e sistemi non nativi. E’ stato mostrato anche Shadow of the Tomb Raider non modificato scaricato da Mac App Store girare in modo egregio in emulazione, un risultato incredibile. Non ci resta che aspettare i primi test sulle macchine di sviluppo che sono dei Mac mini con A12Z, 16GB RAM, 512GB SSD e i primi Mac per consumatori finali previsti per fine 2020.

WWDC 2020 su YouTube

Mac mini ARM developer kit

Di |2020-06-22T20:12:59+01:0022/06/2020|Hardware, macOS, Novità|0 Commenti
Torna in cima