Mantiz Venus extreme mod con Sapphire Nitro+ RX Vega 64

Come promesso nei video e nelle news, ecco la nostra ultima pazzia: Mantiz Venus con l’enorme Sapphire Nitro+ RX Vega 64!

Il MacBook Pro 13″ 2016 è stata la mia macchina dei sogni, ho sempre voluto un portatile leggero con un display incredibile, funzionalità come la touch bar (eh si io la amo) e sopratutto una connettività Thunderbolt velocissima per docking station e lavori pesanti. Adesso il modello 2018 porta finalmente i processori quad-core nel modello da 13″… ma questa è un’altra storia… per l’arrivo del nuovo Mac ho voluto potenziare al massimo la mia adorata Mantiz Venus, ho ordinato una Sapphire Nitro+ RX Vega 64 sapendo che se riuscivo a inserirla era al millimetro.
Infatti mettere una scheda del genere dentro una eGPU relativamente piccola come la Venus è sconsigliabile per vari motivi e vi consiglio di non provarci se non siete veramente consci dei rischi e della complessità della lavorazione. Nel 90% dei casi meglio prendere una “normale” Vega 64 come Gigabyte Radeon RX Vega 64 OC oppure una eGPU spaziosa come Razer Core X. Io non volendo rinunciare alla connettività incredibile che ho con Mantiz Venus mi sono lanciato in questa avventura, infatti con un singolo cavo ho una potente GPU, display, mouse, cuffie, SSD di supporto connessi e il MacBook Pro alimentato.

I passaggi necessari in breve:
  1. Ovviamente ho dovuto sostituire l’alimentatore, per poter reggere una Radeon RX Vega 64 e struttura SSD e Power Delivery al portatile ho comprato un ottimo Enermax SFX Revolution 650W che gestisce tutto senza problemi. Ci avete chiesto più volte di fare un video su come sostituire la PSU della Venus e un paio di settimane fa abbiamo pubblicato il video nel nostro canale.
  2. Questa GPU è davvero enorme e non sarebbe entrata facilmente, abbiamo dovuto “limare” i fermi in plastica della cover, specialmente quello di destra, abbiamo rimosso l’appoggio della cover nella parte sinistra (ho tenuto una piccola parte che avvito e svito ogni volta che rimuovo la scheda in modo che la cover non stia storta). Ovviamente necessario gestire al meglio il cablaggio sia per evitare che tocchino parti calde sia per l’areazione. Bisogno prestare molta attenzione a non danneggiare componenti entrando a malapena è facile fare danni.
  3. La scheda Sapphire ha una dissipazione eccellente, ma è studiata per un ambiente desktop o comunque grandi eGPU, non la nostra piccolina, Venus infatti si trasforma in una palla di fuoco velocemente con una scheda del genere che va a pieno regime. E qui viene il bello: abbiamo intagliato l’alluminio per reggere una nuova e silenziosa ventola beQuiet che butta fuori l’aria calda, abbiamo invertito la direzione della ventola del case in modo da prendere aria fresca da fuori per creare un flusso d’aria che passa tra la GPU e gli altri componenti. Infine le due grandi ventole della scheda Sapphire portano dentro aria dunque abbiamo rimosso la pellicola di plastica trasparente che di base è nella cover di Venus che dovrebbe aiutare il normale flusso ma in questo caso impediva l’ingresso di altra aria lateralmente.

 

In questo video potete ammirare il risultato, la scheda è più silenziosa della reference design di AMD quando si fa un uso leggero, sotto stress grazie alle nostre modifiche il case e i componenti non raggiungono una temperatura critica e le prestazioni rimangono stabili.

 

 

Prossimamente aggiungeremo qualche test approfondito per ora vi mostriamo i risultati di Geekbench 4

Geekbench (Metal) – compute

MacBook Pro 13″ 2017 i7 3.5Ghz (Intel Iris Plus 650 1.5GB): 32157 score

MacBook Pro 13″ 2017 i7 3.5Ghz + Venus con AMD Radeon RX Vega 64 8GB: 149404 score

MacBook Pro 13″ 2017 i7 3.5Ghz + Venus con Sapphire Nitro+ RX Vega 64 8GB: 162115 score

Altre risorse riguardanti Mantiz Venus, vi aspettiamo per i commenti nella scheda tecnica nel forum!
By |2018-08-06T13:51:01+00:0024/07/2018|Articoli, Benchmark, Guide, macOS, Video|0 Commenti